Christian Dior ss 2017: potere alle donne.

Ma sopratutto applausi, tanti, per Maria Grazia Chiuri, alla sua prima collezione in veste di direttore creativo del brand.
Tanti dubbi circondavano questo debutto, forse il piu atteso dell intero mese della moda.
Maria Grazia Chiuru è la prima donna a rivestire un ruolo cosi importante nella maison Christian Dior, una griffe si estremamente femminile nelle sue creazioni, ma da sempre pensata da stilisti uomini.
E forse proprio per ringraziare chi le ha dato meritata fiducia la Chiuri ha pensato di fare sfilare una tee bianca la cui scritta, We should all be feminist, l ha resa in breve il capo più fotograto e postato sui socials.
Una sfilata dunque, che sa prepotentemente di rivalsa femminile ma sopratutto di un successo su cui nessuno, agli inizi, avrebbe scommesso.
E poco importa che Maria Grazia Chiuri abbia completamente stravolto lo stile e l’ anima del brand Dior: evidentemente era tempo di rivoluzione e lei lo ha capito.
Cosi ecco sfilare donne guerriere e al contempo romantiche, eroine moderne che si muovono leggere e sicure tra strati di gonne in tulle accostate e semplici magliette.
Inevitabile, sopratutto per le uscite finali, il raffronto con quel Valentino di cui Maria Grazia Chiuri era l’ anima insieme al suo patner lavorativo Pierpaolo Piccioli.
E, a proposito, ora tutti gli occhi sono puntati su di lui che è atteso al varco con la collezione moda Valentino ss 2017, la prima, dopo anni, che lo vedrà orfano di Maria Grazia Chiuri.
Le scommesse sono aperte.

sfilata Christian Dior collezione moda ss 2017 parigi fashion week

 

sfilata Christian Dior collezione moda ss 2017 parigi fashion week

 

sfilata Christian Dior collezione moda ss 2017 parigi fashion week

Facebook Plusone Twitter Pinterest